Azienda Calabria Lavoro

Wednesday
Oct 01st
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Mobbing, quando il lavoro diventa un incubo. Ecco come difendersi.

Hits smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

Il lavoro è un componente fisso nella vita di ogni persona, però può capitare che diventi un’agonia, e ciò succede spesso a causa del mobbing.

Il termine mobbing sta ad indicare un comportamento antisociale spesso di massa. Le ripercussioni sulla vittima sono tante e di vario tipo, mentre, l’influenza maggiore si ha sulla psiche.

Ci sono diverse categorie di mobbing: si parla di mobbing “orizzontale”, quando è messo in atto dai colleghi di lavoro, mobbing “gerarchico”, quando viene messo in atto dai superiori affidando al sottoposto, incarichi umilianti che non sono nelle sue competenze, mobbing “strategico”, quando ha come scopo finale le dimissioni spontanee del lavoratore e di mobbing “emozionale”, quando il superiore vuole a tutti i costi dimostrare di essere migliore del suo sottoposto. I fattori che scatenano il mobbing, si verificano soprattutto in un ambiente lavorativo senza regole ben precise, nel quale i dipendenti possono mettere in atto comportamenti scorretti senza conseguenze. Anche la dominanza di un genere sessuale può dare origine a frequenti casi di mobbing, soprattutto ai danni delle donne. È compito dei superiori evitare il mobbing, controllando i propri sottoposti intervenendo, ad esempio in caso di conflitto tra colleghi, mediando e facendo da giudice imparziale. Tuttavia, il soggetto vessato, dovrebbe cercare di tenere lontani eventuali sensi di colpa, e pensare che il lavoro ha come unico scopo il guadagno al fine del proprio sostentamento.

Quindi, se sul posto di lavoro non si riesce a intrecciare relazioni interpersonali, non bisogna disperarsi ma, concentrarsi sul proprio impegno e nel caso in cui l’autostima e la salute mentale siano fortemente provate, allora è il caso di ricorrere ad un aiuto psicologico. (G-Pietro Penna)

 

Garanzia Giovani Calabria

Garanzia GiovaniLa Garanzia Giovani (Youth Guarantee) è il Piano Europeo per la lotta alla disoccupazione giovanile. Se sei un giovane tra i 15 e i 29 anni, residente in Italia – cittadino comunitario o straniero extra UE, regolarmente soggiornante  – non impegnato in un’attività lavorativa né inserito in un corso scolastico o formativo, la Garanzia Giovani è un’iniziativa concreta che può aiutarti a entrare nel mondo del lavoro, valorizzando le tue attitudini e il tuo background formativo e professionale.Per accedere al Programma e ai servizi universali di informazione e orientamento, occorre registrarsi - presso il Sistema nazionale o regionale.  ADERISCI